7 trucchetti per dimagrire da subito – senza fare fatica

di Filippo Saggin 0

C’è un modo per dimagrire senza fare fatica?

Questa è la domanda da 1 milione di dollari che chiunque vuole perdere qualche chilo di troppo si pone sempre.

Partendo dal presupposto che ricercare qualcosa senza fare fatica è scorretto poiché solitamente tutto ciò che è senza fatica non porta a risultati o comunque risultati duraturi.

La domanda solitamente sorge spontanea perché con le diete classiche o le classiche indicazioni “mangia di meno e muoviti di più” in realtà i risultati sono mediocri e si fa una fatica bestia.

Perché o devi resistere per il resto della tua vita alla fame costante che avrai (perché mangi come un canarino) oppure ti arrendi al fatto di rimanere grasso per il resto della tua vita.

Detto questo, ci sono dei trucchetti che ti permettono di dimagrire senza doverti mettere a dieta e mangiare come un canarino ogni giorno.

In questo articolo voglio svelarti 7 dei trucchetti che uso costantemente con i miei clienti per ottenere dei risultati incredibili (clicca qui e guarda tu stesso i risultati).

Sono 7 trucchetti provati e riprovati decine e decine di volte che funzionano a prescindere dal resto delle cose che fai.

E senza doverci abbinare una dieta ferrea.

In pratica NON c’è la clausola “questo programma per funzionare deve essere abbinato ad una dieta ipocalorica che ti permette di dimagrire”.

Funzionano a sé stante.

Devi per forza applicarli tutti e 7 per ottenere i risultati?

Non sei obbligato.

Ovviamente più ne applichi e più sono i risultati che ottieni.

Quindi quali sono?

Eccoli di seguito.

1. Mangia più carne e pesce

Con la spinta mediatica data alle diete vegetariane e vegane in cui si predica di ridurre il consumo di proteine animali, l’evidenza scientifica reale (non basata su epidemiologia e inficiata dal pregiudizio per gli utenti sani) dimostra che maggiore è il consumo di proteine animali e maggiore è lo stato di salute.

Infatti, a parità di condizioni, le diete vegane e vegetariane non producono minimamente un miglioramento dello stato di salute, al contrario, potenzialmente peggiorano lo stato di salute delle persone che le seguono per molto tempo.

Magari hai diminuito il quantitativo dei cibi che mangi, della carne o del pesce, ma anche dei carboidrati (pasta, pane, fritti, ecc..).

Ti dicono che starai meglio e che dimagrirai, ma il problema è che hai sempre fame e per stare in piedi (a malapena) devi mangiare 5-6 volte al giorno.

Mano a mano che vai avanti, magari dimagrisci, ma perdi anche massa muscolare (la parte utile per avere forza e vitalità) e infatti ti ritrovi senza energia, voglia di fare e senza forza.

Questo è dimostrato anche negli studi che comparano due diete diverse in cui, a parità di calorie, la dieta con maggior introito di proteine è quella che produce il maggior dimagrimento.

Ok, ma perché non mangiare le proteine vegetali?

Per una serie di motivi…

  • non contengono proteine complete, cioè non hanno tutti gli amminoacidi che servono al corpo per sopravvivere
  • Per consumare un quantitativo sufficiente di proteine, devi ingerire una quantità assurda di carboidrati (infatti nei tanto predicati legumi, ci sono più carboidrati che proteine)
  • Per consumare sufficienti proteine devi consumare una quantità enorme di legumi (fagioli, lenticchie, soya, ecc) che contengono una quantità assurda di sostanze tossiche che danneggiano il corpo (cioè lectine, saponine, acido fitico) che non gli permettono di assorbire i nutrienti.

Al contrario, la carne e il pesce non contengono sostanze tossiche. Inoltre non contengono una montagna di carboidrati (tra poco vedrai perché questo è un problema).

2. Vai a dormire prima del solito

Al giorno d’oggi i livelli di stress sono più elevati di oltre 100 volte rispetto a 100 anni fa.

E continuerà a peggiorare in modo esponenziale nei prossimi anni.

Tra lavoro, attività fisica, università, scuola, vita privata, figli, cellulari, wi-fi, computer e luci artificiali per tutta la notte, lo stress è una costante quotidiana della vita moderna.

A meno che tu non sia un monaco buddista, un esperto di meditazione, il sonno è una delle cose più importanti che ti permette di controbilanciare lo stile di vita moderno e ricaricare le batterie.

Probabilmente la più importante.

Ecco perché è fondamentale sfruttarlo al massimo per cercare di ridurre al massimo i livelli di stress e di conseguenza facilitare il dimagrimento, senza fare inutile fatica.

La cosa più semplice che puoi fare è andare a dormire 30 minuti prima del solito ogni giorno fino a quando hai raggiunto l’orario ideale.

Qual è l’orario ideale per andare a dormire?

Dipende dal tuo stile di vita ovviamente, ma indicativamente quello che ti permette di dormire almeno 7-9 ore di fila fino al momento di alzarti la mattina successiva.

Ti sembra impossibile dormire 7-9 ore di fila ogni notte?

Sappi che non lo è.

Infatti ho già scritto di come ottimizzare al massimo il sonno nell’articolo 11 motivi per cui dormire nel modo sbagliato ti sta facendo ingrassare anche se sei a dieta e l’UNICA SOLUZIONE per dimagrire senza freni (clicca qui per leggerlo).

Lavorare a non finire, allenarti intensamente e saltare il sonno può funzionare per un breve periodo di tempo, ma il corpo ha bisogno di ricaricare le batterie molto più di una volta all’anno quando vai in vacanza.

3. Esci all’aperto!

Quanto spesso esci all’aria aperta?

Quand’è l’ultima volta che ti sei ritrovato in un prato o in un ambiente naturale?

Per la maggior parte delle persone la routine che li investe è più o meno così: casa —> macchina —> ufficio —> macchina —> casa.

Il risultato è che ti esponi sempre meno alla luce naturale e all’ambiente naturale.

Se non per quei 10 secondi che ci metti per salire e scendere dalla macchina (se hai il parcheggio esterno).

Questa moderna abitudine ti crea un disequilibrio tra i vari neurotrasmettitori all’interno del corpo.

Cosa sono i neurotrasmettitori e perché ti dovrebbero interessare?

Senza annoiarti con un trattato di scienza, i neurotrasmettori sono delle sostanze, che vengono prodotte nel cervello e in altri organi, che regolano il benessere fisico e mentale.

Quando questi sono in disequilibrio non fanno funzionare correttamente il corpo perché mandano segnali “strani”.

La luce naturale stimola la serotonina, che è il neurotrasmettitore del benessere, che ti fa sentire bene e appagato.

Più esposizione al sole equivale a più serotonina e quindi più serotonina significa che per la maggior parte del tempo ti sentirai bene fisicamente e di buon umore.

Inoltre se ti trovi in ambiente naturale il colore più diffuso è il verde (alberi, cespugli, prati e anche il riflesso dell’acqua ha sfumature di verde acqua).

Questo colore ha un effetto rilassante sul corpo e ti permette di ridurre lo stress e di ricaricare le batterie.

Infatti oltre a questo anche i livelli di stress cronico diminuiranno.

Infatti cortisolo e adrenalina diminuiranno proporzionalmente alla quantità di tempo che passi sotto il sole ed in mezzo al verde.

Questo si tramuterà in meno ansia, meno sensazione di stress, più concentrazione, più energia, miglior qualità del sonno, e quindi più facile dimagrimento.

Un altro importantissimo motivo per prendere il sole è…

…la vitamina D.

Quando il sole colpisce la pelle, il tanto – ingiustamente – demonizzato colesterolo viene trasformato dal corpo in vitamina D.

La vitamina D, se non lo sai, ha un’infinità di benefici all’interno del corpo.

Infatti non essendo una vera vitamina, ma un “ormone”, controlla una serie di funzioni all’interno del corpo.

Aiuta con il dimagrimento, aiuta con la potenza sessuale, rinforza il sistema immunitario e quindi a resistere meglio ad ogni tipo di malattia.

Praticamente sarai sempre al 100% delle tue potenzialità.

Se stai pensando di racimolare delle scuse sul perché non puoi uscire all’aperto, tipo sul fatto che vivi in un posto dove c’è sempre brutto tempo o fa freddo, ricordati che puoi sempre trovare una soluzione se vuoi fare qualcosa per ottenere il massimo dimagrimento possibile.

Per esempio, anche se è brutto tempo o fa freddo, puoi sempre coprirti per bene, portare un ombrello ed uscire nella natura.

4. Sii più egoista.

Al giorno d’oggi c’è tutta questa enfasi sull’essere altruisti e aiutare il prossimo, altrimenti sei una cattiva persona.

Il politicamente corretto dilaga a più non posso, distruggendo più vite di quante possa annientarne un commando di mercenari.

E con i social media che velocizzano la diffusione di informazioni è un attimo che una tua affermazione si diffonda in rete e tu venga additato come una cattiva persona (a vita).

Allora perché devi diventare più egoista, questo non ti farà finire dritto nella tana del lupo?

Ora, non significa che devi diventare il nuovo signor Burns dei Simpson.

Il sano egoismo è importante.

Se cercherai di accontentare sempre a tutti, rischierai di non accontentare mai una persona: TU.

Se vuoi cambiare il tuo fisico da subito e ottenere finalmente il dimagrimento che vuoi, allora dovrai focalizzarti sulle cose che renderanno felice anche te.

Questo significa che probabilmente dovrai dire di NO a qualcun altro. Per il tuo bene.

“Puoi venire ad aiutarmi a fare il trasloco?”

“Puoi venire ad aggiustare il tubo dell’acqua?”

“Puoi venire a consolarmi perché mi si è rotta un’unghia del piede?”

“Ti va di uscire a mangiare la pizza stasera perché sono un po’ triste?”

E così via…

Hai capito cosa voglio dire, no?!

Ci sarà sempre qualcuno che invocherà il tuo aiuto. Anche per cose che oggettivamente potrebbero fare da soli.

Perché le persone sono scansafatiche.

E se risponderai sempre di sì, ad ogni richiesta che ti viene fatta, non avrai mai tempo per fare le cose importanti per te.

Lo so che essere altruisti è una bella cosa e che ti dà molta soddisfazione quando lo fai.

E meno male! Significa che hai un cuore e che ti importa delle altre persone.

Ma devi imparare a dire di no.

Se non lo fai rischierai di mandare all’aria il rapporto più importante che hai su questo pianeta: quello con te stesso.

Alla fine questo ti manderà all’aria tutti i rapporti che hai con le altre persone, perché se non hai un buon rapporto con te stesso, non puoi avere un buon rapporto con nessun altro.

Se non sai da dove partire a dire di no, inizia da qui.

Inizia ad occuparti del tuo fisico.

Sono sufficienti da 2 a 4 ore a settimana di allenamento per ottenere il fisico che vuoi.

4 ore a settimana!

Una settimana ha 168 ore. 4 ore sono il 2,4%.

Direi che ti meriti almeno il 2,4% del tuo tempo!

Una volta pianificate le ore, non lasciare che nessuna richiesta (con discrezione logica dei casi gravi, ma non mentire a te stesso) interferisca con il tuo percorso.

Ricordati che devi farlo per te e di conseguenza anche per le persone che hai vicino.

5. Mangia con calma.

Al giorno d’oggi la norma è mangiare in meno di 5 minuti perché sei sempre costantemente di corsa.

Ovviamente per mangiare in 5 minuti, il cibo deve essere facile da mangiare.

Quindi, o proviene da qualche fast-food oppure è comunque un qualcosa di poco salutare (un panino ripieno per intenderci).

Oltre a questo c’è sempre qualcosa da fare anche DURANTE quei 5 minuti: guardare la TV, guardare i messaggi, Facebook, Instagram e simili.

Quello che invece bisognerebbe fare è molto semplice: cerca di trattare ogni pasto che fai come il pranzo domenicale in famiglia.

Ok, magari non proprio 1 o 2 ore per mangiare ogni pasto, ma hai capito il concetto.

Quello che ti consiglio è di prenderti 30 minuti per mangiare con calma il pasto, concentrarti sul cibo che hai di fronte e per rilassarti qualche minuto dopo che hai finito.

Se non hai 30 minuti COMPLETAMENTE liberi, piuttosto non mangiare! Mangia quando hai 30 minuti.

“Come non mangiare? Non è meglio un panino al volo piuttosto che saltare completamente? Oppure della frutta che è salutare? Così non avrò energia per il resto della giornata!”

No, è meglio non mangiare. Fidati.

Piuttosto che buttare giù un panino al volo o qualsiasi cosa (anche salutare che sia) in 5-10 minuti, è meglio saltare, perché se sei di fretta significa che sei “stressato” e che non digerirai correttamente quello che mangi oltre al fatto che probabilmente mangerai qualcosa di poco salutare (un panino, un trancio di pizza o una piadina).

In realtà se stai leggendo questo articolo significa che vuoi dimagrire, quindi che hai grasso in eccesso.

Ora il tuo corpo, se non mangi per qualche ora e finisce di usare l’energia che ha ottenuto dall’ultimo pasto, ha delle riserve di grasso accumulate che può utilizzare al bisogno.

Ora non ti sto dicendo di saltare forzatamente i pasti per dimagrire, ma di prenderti il tempo necessario per mangiare un pasto nutriente per il corpo, non qualcosa che ti tappa il buco della fame per poche ore o alla peggio minuti.

Perché dovresti prenderti del tempo per mangiare?

  1. Mangiare di fretta è uno stress per il corpo, e siccome viviamo in un mondo in cui lo stress è già elevato rispetto agli standard naturali del corpo è controproducente aggiungerne altro.
  2. Mangiare con calma migliora la digestione, non sarai più gonfio, costipato e non soffrirai più di attacchi inspiegabili di dissenteria. Questo ti porterà a dimagrire molto più facilmente.

6. Mangia meno carboidrati.

I carboidrati causano uno scompenso dal punto di vista energetico a medio-lungo termine e di conseguenza a un calo della performance e del dimagrimento.

Cosa significa?

Specialmente i cibi che contengono carboidrati ad alto indice glicemico (come pasta, pane, pizza, cracker, grissini, insomma tutti quelli che derivano dal grano e dalla sua farina, anche se sono integrali non cambia nulla) causano un rilascio improvviso ed estremamente elevato di zuccheri nel sangue (detto picco glicemico).

Se questo zucchero sta molto tempo elevato nel sangue, muori!

Quindi in questa situazione il corpo è obbligato ad abbassarlo velocemente per evitare di lasciarci le penne

L’unico modo che ha per farlo è produrre e liberare nel sangue l’insulina.

Ora siccome il corpo è obbligato a fare tutto di fretta, non fa le cose proprio per bene.

Cioè l’insulina liberata è eccessiva e abbassa troppo il livello di zuccheri nel sangue, questo ti farà avere poca energia e sonno (ecco perché dopo la colazione o il pranzo hai sonno!).

Sei un po’ confuso?

Lascia che ti faccia una similitudine per farti capire meglio quello che succede al tuo corpo quando mangi pasta, pane, pizza, cracker, grissini and company.

Pensa al tuo corpo come ad una piazza di Milano.

Quando tutto funziona correttamente la piazza è popolata di un certo numero di persone che la fanno funzionare come si deve.

I commercianti lavorano nei loro negozi, gli spazzini puliscono il suolo, i postini consegnano la posta e i cittadini fanno le loro commissioni.

Ora il piatto pieno di pasta, pane o pizza è un insieme di cittadini molesti e violenti.

Quando tutti insieme si riversano nella piazza (come lo zucchero nel sangue quando mangi quel piatto) si genera la più grande rivolta della storia, un caos infernale in pratica.

Se la situazione non viene sistemata velocemente la piazza verrà distrutta in modo grave e permanente. E le condizioni saranno irreversibili.

Quindi la città cosa fa?

Ha previsto la possibilità di certi disordini, ma mai così gravi.

Quindi siccome deve rimediare velocemente al caos, manda in piazza un numero spropositato di militari (insulina) che devono far andare al loro posto velocemente, cioè in galera, i cittadini rivoltosi.

Ora siccome i militari sono troppi e devono agire velocemente non si preoccupano di chi sono i veri rivoltosi e quindi iniziano a massacrare tutti e a spingere tutti nelle carceri, anche chi non c’entra nulla (quindi l’insulina spinge tutto lo zucchero nelle cellule, anche quello che ti serve).

In questo caso la piazza rimane praticamente deserta e in ogni caso mal funzionante, poiché non ci sono più nemmeno i commercianti, gli spazzini, i postini e i cittadini “normali” che rendono la piazza attiva e viva (quindi non hai più energia, hai sonno e fai fatica a concentrarti).

Chiaro ora?

L’altra cosa negativa è che questo calo drastico di zuccheri non solo ti farà venire sonno, ma anche fame di carboidrati e zuccheri di nuovo!

Certo! Perché la piazza deve tornare a lavorare.

Ecco perché poche ore dopo la colazione o il pranzo, hai di nuovo fame.

Racchiudendoti continuamente in questo circolo vizioso in cui continuerai a mangiare senza fine pane, pasta, grissini, cracker, pizza, pizzette, focaccia e focaccine.

Ovviamente mangerai molto più cibo di quello che “bruci” e rimarrai grasso per sempre.

7. Dormi in una caverna!

No, non nella caverna di Batman!

Ma la tua stanza dovrebbe simulare una caverna.

Perché?

Perché il sonno è uno dei fattori determinanti per favorire e velocizzare il dimagrimento. Se vuoi leggerne di più a riguardo clicca qui e leggi questo articolo che ho scritto.

Dicevo… Come rendere la tua stanza una caverna.

Deve essere completamente buia e priva di luci artificiali.

Neanche quella minuscola spia rossa della televisione.

Buio completo!

Questo perché qualsiasi luce, purché minuscola che sia, interferisce con la produzione dell’ormone principale del sonno: la melatonina. Non facendoti cadere nel sonno profondo e ristoratore.

Sì, lo so che hai gli occhi chiusi, ma ogni singola cellula superficiale del tuo corpo ha dei recettori di luce che gli segnalano la presenza anche della più piccola spia luminosa presente.

Spegni cellulare, iPad, computer e wi-fi prima di dormire.

Un’altra cosa che ormai si fa costantemente è quella di tenere accese e nella stanza in cui dormi tutte le fonti elettromagnetiche. Vale a dire: cellulare, wi-fi, iPad, computer, ecc.

Tutte queste fonti elettriche di radiazioni influenzano negativamente il sonno.

Come?

Prima lascia che ti spieghi due cose importanti che devi assolutamente sapere.

Sono un po’ tecniche, ma cercherò di non essere noioso.

Primo, il corpo umano emana radiazioni ogni singolo momento della sua vita. Specialmente il cervello, che è l’organo che controlla tutto.

La frequenza delle radiazioni che produce varia in base ai 4 stadi in cui si ritrova:

  1. sonno profondo —> onde delta.
  2. Sonno REM —> onde theta
  3. Veglia tranquilla e rilassata —> onde alfa
  4. Attivazione, allerta o pericolo —> onde beta

Dalla prima all’ultima la frequenza aumenta, poiché aumenta l’attività necessaria che il cervello deve produrre. Quindi le onde delta sono quella a minor frequenza, mentre le beta sono quelle a maggior frequenza.

La seconda cosa importante è che esiste in fisica un fenomeno che si chiama risonanza.

In pratica due fonti di onde elettromagnetiche (radiazioni) cercano di sincronizzare la frequenza delle proprie onde tra di loro.

In questo caso le due sorgenti sono il cervello e qualsiasi apparecchio elettronico.

Ci sono studi fatti con l’encefalogramma che dimostrano come le onde provenienti dall’esterno influenzino le onde prodotte dal cervello.

Praticamente il tuo cervello è costantemente influenzato da tutte le onde elettromagnetiche con cui entra in contatto. Infatti cerca di sincronizzarsi con esse per via del fenomeno della risonanza.

Quindi cosa centra questo con il tuo cellulare, wi-fi, iPad e compagnia bella?

Questi apparecchi elettronici emettono radiazioni a frequenza beta (o addirittura superiore).

Il che significa che fanno credere al tuo cervello che sei sempre in stato di allerta, pericolo o massima attivazione cerebrale.

Ora non sto dicendo che avere il telefono acceso a 10cm dalla testa ti tiene sveglio ogni singola notte, senza farti dormire 1 secondo, perché ci sono altri fattori che ti permettono di addormentarti: per esempio quanto sei stanco, cos’hai mangiato, cos’hai fatto l’ora prima di dormire.

Sicuramente, però, il tuo cervello ne risente e non ti farà riposare bene quanto potresti.

Quindi se vuoi massimizzare il tempo che spendi a letto per riposarti, niente telefono acceso, niente computer, niente tablet. Spegni anche il wi-fi di notte, tanto se dormi non lo devi usare.

“Eh ma se vivo in un condominio ci sono gli altri appartamenti che hanno il wi-fi acceso di notte!”

Sì, hai ragione.

Purtroppo però non puoi chiedere a tutto il condominio di spegnere il wi-fi di notte. O per lo meno puoi chiederlo, ma bisogna vedere in quanti ti ascolterebbero (e molto probabilmente ti prenderebbero per pazzo perché loro non sanno quello che sai tu).

Quindi il punto chiave è che comunque meno fonti di radiazioni interferiscono con il tuo cervello e meglio è. Specialmente quelle più vicine. La più vicina è la tua che è anche l’unica che puoi controllare al 100%.

Occupati di quello che puoi controllare e non preoccuparti di quello che non puoi.

Tieni la temperatura della stanza intorno ai 20 gradi.

L’ultima caratteristica che farà diventare la tua camera da letto una caverna è la sua temperatura.

È stata studiata e dimostrata da esperti del sonno che la temperatura ideale per dormire nel modo più riposante in assoluto è di circa 20 gradi.

D’inverno con il sistema di riscaldamento è abbastanza facile mantenerla intorno a questa cifra.

Mentre d’estate è un po’ più complicato, a meno che tu abbia un condizionatore in camera.

D’estate se non hai un condizionatore in camera, puoi usare comunque un ventilatore e farti una doccia o un bagno freddo per 5-10 minuti prima di dormire per cercare di abbassare la temperatura corporea e facilitare il sonno.

I 7 trucchetti in breve

  1. Mangia più carne e pesce
  2. Vai a dormire prima del solito
  3. Esci all’aperto
  4. Sii egoista
  5. Mangia con calma
  6. Mangia meno carboidrati
  7. Dormi in una caverna

Ora anche tu con queste 7 semplici mosse potrai finalmente iniziare a dimagrire fin da subito!

Ovviamente questo è un inizio, ma ci sono moltissime altre cose che devi sapere se vuoi il massimo dall’impegno e dal tempo che investi.

Se vuoi imparare tutti gli altri tasselli fondamentali con tutti i dettagli su come fare ad ottenere il fisico che vuoi, iscriviti alla mia FAT LOSS MAIL CLASS (clicca qui), il corso gratuito via mail che ti insegna tutto quello che devi sapere per dimagrire e mantenerti in forma per tutta la vita.

Attualmente puoi iscriverti gratuitamente. Non so per quanto tempo ancora, perché ci sono informazioni al suo interno che valgono più di 5000€.

Che non è una cifra che ho sparato a caso, ma è la cifra che ho speso in corsi di formazione per imparare tutto quello che c’è scritto all’interno della FAT LOSS MAIL CLASS.

Cosa imparerai all’interno della FAT LOSS Mail Class?

Non posso dirti tutto, ma ecco alcune delle cose che troverai all’interno del mio corso gratuito via mail:

  1. Cosa mangiare a colazione e perché per te è il pasto più importante della giornata, se vuoi dimagrire senza sudare sette camicie.
    No, non è la classica tazza di latte con 2 fette biscottate e un velo di marmellata. Scoprirai anche il perché la solita colazione è la peggiore che puoi fare per la tua situazione e perché non ti permette di dimagrire come vorresti anche se mangi poco.
  2. L’esatta routine che devi fare prima di dormire per ottimizzare il sonno e quindi facilitare e velocizzare il dimagrimento.
  3. Qual è il vero colpevole che non ti permette di dimagrire ed ottenere il fisico che vuoi (ti do un indizio: è lo stress). Troverai anche la soluzione al problema e potrai cosi iniziare finalmente a perdere il grasso in eccesso che circonda la tua pancia.
  4. Il test che ti permette di scoprire in che modo il tuo corpo produce il cortisolo (l’ormone dello stress).
    Con questo test potrai auto-valutare quanto è alterato il tuo sistema ormonale.
    Grazie ai risultati del test puoi quindi seguire la strategia indicata per iniziare a bruciare, da subito, il grasso che si è depositato sulla tua pancia.

Se vuoi sapere tutto questo e molto altro ancora, allora iscriviti subito gratuitamente alla FAT LOSS Mail Class (clicca qui) inserendo la tua mail nel form apposito e riceverai nel giro di pochi minuti le prime informazioni utili per dimagrire.

Ovviamente imparerai tutto ciò che non solo ti farà dimagrire, ma anche che ti aiuterà a mantenere il tuo corpo in forma per sempre, senza fatica e senza essere obbligato a mangiare come un canarino.

A presto,

Filippo Saggin


Filippo Saggin è un personal trainer. Laureato in Scienze Motorie e dello Sport. Creatore del Metodo StressLess Training, il metodo di dimagrimento attraverso la gestione del cortisolo.

Enjoyed this article?

Find more great content here:

>